1900×530
Stampa

In qualità di co-organizzatore dell’evento il gruppo Fuori dai binari ci tiene a chiarire alcuni punti in merito a quanto accaduto ieri alla Trans Freedom March di Torino, partendo dal seppur ovvio presupposto che la Marcia avviene sul suolo pubblico e che, di conseguenza, chiunque può presentarsi alla medesima e unirsi al corteo.
In primis l’unico patrocinio richiesto da chi ha organizzato l’evento è stato quello alla Città di Torino che ha partecipato nella persona di Marco Giusta, presente con noi al corteo a titolo istituzionale. Nessun* dell* organizzator* ha richiesto altri patrocini.

Alcune associazioni da noi interpellate hanno dato la propria adesione all’evento ma, ci teniamo a ribadire, l’intera marcia è stata organizzata da Sunderam Onlus – Identità Transgender Torino e dal gruppo Fuori dai binari con la collaborazione di Casa Arcobaleno, Divine Queer Film Festival e Unione Culturale Antonicelli.
Alcuni soggetti, in queste ore, stanno pubblicando comunicati in merito alla Marcia, ai suoi principi e alla sua natura. In maniera faziosa attaccano le persone LGBTQIA+, trans e transfemministe presenti Domenica che hanno manifestato la propria presenza e il proprio dissenso.
Alcuni elementi, inoltre, millantando patrocini inesistenti e supponendo, probabilmente, di ricoprire ruoli mai ricoperti, dichiarano di aver invitato soggetti terzi alla marcia.
Queste persone NON FANNO PARTE DELL’ ORGANIZZAZIONE DELLA TRANS FREEDOM MARCH, né sono state coinvolte nella gestione della medesima, né autorizzate a inviare inviti di alcun tipo a terzi.
Il gruppo Fuori dai binari si dissocia e prende decisamente le distanze da dichiarazioni e azioni di questo tipo e invita chiunque abbia dubbi, domande o desideri chiarimenti a rivolgersi direttamente a noi o all’associazione Sunderam tramite i nostri contatti e canali ufficiali.
L’adesione a un evento significa presenza, partecipazione e sostegno, non certo ricercare attenzione mediatica di persona e sui social prendendo la parola e pontificando su un evento cui non si ha in alcun modo collaborato non avendone titolo.

Ribadiamo, inoltre che, come già da tempo presente su tutti i nostri canali ufficiali, pur essendo dispost* al dialogo e alla collaborazione con istanze diverse, il gruppo Fuori dai binari nasce da un manifesto etico – presente sul nostro sito e visionabile qui – che si basa su alcuni imprescindibili principi.
Il nostro gruppo è transfemminista, antifascista e improntato all’autodeterminazione di tutte le soggettività trans. Principi sicuramente comuni con chi Domenica ha partecipato alla marcia e decisamente non in comune con chi ha scambiato la nostra manifestazione per un palco da cui trarre visibilità e che trans non è.

Purtroppo, causa in parte la nostra inesperienza, causa la confusione e causa la drammatica mancanza di risorse, Domenica la stampa non ha dato voce e attenzione alle persone trans direttamente coinvolte nella Freedom March per dichiarare le nostre istanze voce che, invece, siamo decis* a prenderci con grande determinazione. L’attenzione è stata, invece, rivolta a soggetti terzi non transgender e non coinvolti nell’evento che hanno monopolizzato lo spazio che, con tanta fatica, abbiamo conquistato e che pretenderebbero di parlare al nostro posto.

Promettiamo per il prossimo futuro maggiore attenzione da parte nostra in questo senso, ribadendo che le persone trans sono perfettamente capaci di presentare le proprie istanze in prima persona e che non abbiamo bisogno né decisamente vogliamo che altri soggetti o organizzazioni da cui ci dissociamo con forza, parlino al nostro posto. Soggetti e organizzazioni che, da parte di questo gruppo, laddove in qualche misura coinvolti, non verranno più interpellati per altri eventi futuri.

Per qualsiasi chiarimento vi invitiamo a contattarci via mail a:
[email protected]

Natura e finalità del blog

Il blog del gruppo torinese Fuori dai binari raccoglie articoli di tipo informativo e divulgativo su temi inerenti alla comunità trans e GLBT+ e, in particolare, alla comunità non binaria. I contenuti qui presenti sono redatti dal* componenti del gruppo Fuori dai binari e, occasionalmente, da amic* GLBT+, trans e trans non-binary non appartenenti al nostro gruppo.
Come prevede la legge numero 62 del 7 Marzo 2001, ti informiamo che il blog di Fuori dai binari non è e non rappresenta una testata giornalistica e non è, quindi, da considerarsi un prodotto editoriale.
I contenuti del nostro blog sono distribuiti gratuitamente e senza fini di lucro. Per maggiori informazioni leggi la nostra informativa estesa.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:
Articoli recenti

Inizia a scrivere e premi invio

Fuori dai Binari Torino - T-DOR 2019MASTOPLASTICA PER MtF CON SSN